Meditazioni

Santa Pasqua 2022 Lettera dal Monastero

Santa Pasqua di Resurrezione 2022

Monastero santa Maria degli Angeli Lugnacco

“Se il chicco di grano caduto in terra non muore, rimane solo. Se invece muore, produce molto frutto”. Gv12,24

Carissimi amici!

Questi versetti del vangelo di Giovanni hanno riempito il nostro Ritiro di Quaresima e ancora ci lavorano, smuovendo la terra del cuore.

E’ il Signore Gesù il seme per la nostra terra, è Lui il seme del nostro cuore.
Per questo siamo stati creati: per accogliere Lui e dalla Sua Pasqua portare molto frutto.

Come diceva Guareschi attraverso il suo don Camillo: “Signore, cos’è questo vento di pazzia? Non è forse che il
cerchio sta per chiudersi e il mondo corre verso la sua rapida autodistruzione?”.
“Don Camillo, perché tanto pessimismo? Al­lora il mio sacrificio sarebbe statoinutile? La mia missione fra gli uomini sarebbe dunque fallita perché la
malvagità degli uomini è più forte della bontà di Dio?”. […] “Signore, se è questo ciò che accadrà, cosa possiamo fare noi?”.

Il Cristo sorrise: “Ciò che fa il contadino quando il fiume travolge gli argini e invade i campi: bisogna salvare il
seme. Quando il fiume sarà rientrato nel suo alveo, la terra riemergerà e il sole l’asciugherà. Se il contadino avrà salvato il seme, potrà gettarlo sulla terra resa ancor più fertile dal limo del fiume, e il seme fruttificherà, e le spighe turgide e dorate daranno agli uomini pane, vita e speranza. Bisogna salvare il seme: la fede”.
(Don Camillo e don Chichì, in Tutto Don Camillo. BUR, Milano, 2008, pp. 3114-3115)

 

Cari amici, aiutiamoci a salvare il Seme, il Signore che nella Pasqua ci ha salvato chiede di essere vissuto e custodito nella Porziuncola dell’esistenza.

Badiamo al nostro cuore, custodiamo la bellezza, la fraternità, la Sua pace -così diversa dall’assenza di conflitto in cui ci eravamo crogiolati- e lasciamo, permettiamo alla Pasqua di Cristo, già seminata in noi dal Battesimo, di germogliare nelle nostre vite e portare frutto.

 

Continuiamo a dirvi GRAZIE con tutta la voce per il vostro indispensabile aiuto: GRAZIE!

Grazie per la condivisione, per il lavorare insieme, per l’affetto e la benevolenza, per i fiori e i semi, per le uova e l’olio, per il Vangelo vissuto come manna che ci sfama insieme. Grazie per le vostre donazioni che sostengono il nostro vivere con voi questo tempo, questo spazio. 

Speriamo di riuscire a custodire questo luogo nei lavori urgenti e necessari per il bene di tutti, per custodire Lui, sulle orme di Francesco e Chiara.

Abbracciate al Signore Risorto, abbracciamo
ciascuno di cuore. “Il Signore sia sempre con voi ed Egli faccia che voi siate sempre con Lui” 
Risorto e Seme fecondo per le nostre vite.

Le vostre sorelle

 

Sr Serena sr Valentina

Per cominciare o continuare ad aiutarci con l’Adozione del Monastero: Famiglia Monastica Francescana – Banco Posta IBAN  IT18 B076 0101 0000 0008 5129 104

Monastero di Lugnacco